6,20

  • Cirò Doc
  • Calabria | Crotone
  • Greco Bianco
  • Bianco
  • Convenzionale
  • Fermentazione in Acciaio
  • Affinamento Alcuni Mesi in Acciaio
  • Naso | Floreale, Fruttato
  • Palato | Fresco, Vivace, Sapido
  • Abbinamenti 》 Piatti di Pesce, Crostacei, Frutti di Mare

CIRÒ BIANCO DOC – LIBRANDI:

Cirò Bianco Librandi.

Non è possibile parlare della Calabria e dei suoi vini senza nominare la più importante e rappresentativa delle sue cantine: Librandi. Una realtà vitivinicola che nasce negli anni ’50, e che nel corso dei decenni ha portato nel mondo i sapori di Cirò, facendone conoscere non solo le bellezze ma anche e soprattutto le varietà più tipiche. È qui per esempio che il gaglioppo, la più importante delle uve autoctone della zona, riesce a esprimersi al meglio, regalando vini profumati e fini.

Il terroir della Calabria si racconta attraverso i prodotti più rappresentativi e iconici, come il famoso Cirò DOC, declinato dall’azienda Librandi con un Bianco creato da greco in purezza. Le uve, una volta raccolte nella seconda metà di settembre, vinificano in serbatoi d’acciaio termo condizionati, per poi affinare qualche mese, sempre in acciaio, ed essere imbottigliate. Un’etichetta dove la frutta si esalta, anche grazie a un sorso molto fresco e piacevole.

Nel calice ha una tonalità che richiama il giallo paglierino. Al naso si sviluppano sentori floreali e fruttati, dove pesca, pera e agrumi si alternano a gelsomino. All’assaggio è fresco, vivace, scorrevole, caratterizzato da un gusto sapido.

E’ un vino che ha una naturale predisposizione ad accompagnare pietanze a base di pesce e crostacei. Ottimo anche con i frutti di mare, è assolutamente da provare con i troccoli con gamberi e arancia.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.